Ottocento

un approccio vittoriano alle sfide della società moderna

Dettagli

Posted by kaiza su 5/05/2008

Fini sull’assassinio di Verona: “Più gravi i fatti di Torino”

ROMA – Gli scontri e le contestazioni della sinistra radicale contro la Fiera del Libro di Torino “sono molto più gravi” di quanto accaduto a Verona. Lo sostiene Gianfranco Fini, a Porta a porta. L’aggressione dei naziskin veronesi e la violenza dei centri sociali torinesi – afferma il Presidente della Camera- “sono due fenomeni che non possono essere paragonati”. A giudizio di Fini, in sostanza, se dietro l’aggressione di Verona non c’è alcun “riferimento ideologico”, a Torino le frange della sinistra radicale “cercano in qualche modo di giustificare con la politica antisionista”, un autentico antisemitismo, veri e propri “pregiudizi di tipo politico-religioso”.

Sistemiamo qualche leggera imprecisione:

ROMA – Gli scontri e le contestazioni della sinistra radicale contro la Fiera del Libro di Torino “sono molto meno gravi” di quanto accaduto a Verona. Lo sostiene Gianfranco Fini, a Porta a porta. L’aggressione dei naziskin veronesi e la violenza dei centri sociali torinesi – afferma il Presidente della Camera- “sono due fenomeni che non possono essere paragonati”. A giudizio di Fini, in sostanza, dietro l’aggressione di Verona non c’è alcun “riferimento ideologico, bensì una ideologia vera e propria. Ciò comporta una precisa visione del mondo che provoca e promuove un certo tipo di azioni sociali quali, per esempio, la violenza e conseguente deresponsabilizzazione di gruppo come collante e combustibile del gruppo stesso. Per quanto sia indimostrabile che tale interpretazione del mondo sia male da un punto di vista morale, sicuramente è antidemocratica. Allo stesso modo, per quanto non sia necessariamente vero che la democrazia è bene, essa viene considerata un valore positivo nella nostra società – valore peraltro costituente la nostra Repubblica. Pertanto io, quale presidente della Camera, non posso certo tollerare dei comportamenti non solo antisociali, ma anti-italiani. “Se dicessi che a Torino le frange della sinistra radicale cercano in qualche modo di giustificare con la politica antisionista, un autentico antisemitismo, veri e propri pregiudizi di tipo politico-religioso, questa sarebbe un’illazione. Dicendo invece che è idiota da parte mia cercare di giustificare un’ideologia a me cara facendo paragoni non richiesti e accuse illogiche – quando l’unico paragone accettabile è “a Torino non è morto nessuno per un pestaggio” – ecco, in questo caso direi una cosa vera.

Annunci

Una Risposta to “Dettagli”

  1. spumone said

    d’altronde l’aveva detto nel discorso d’insediamento, sarò il presidente di tutti…a porta a porta ha fatto il presidente dei naziskin

    liscio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: