Ottocento

un approccio vittoriano alle sfide della società moderna

Geek USA

Posted by kaiza su 26/05/2009

Pensate alla Vergine Maria. Ora pensate a Berlusconi. Ora pensate a Diabolik. Che cos’hanno in comune? Esatto, più il personaggio è immaginario, più diventa comico quando lo trasportiamo nel reale e proviamo ad applicargli le stesse leggi di natura che governano noi, a giudicarlo tramite il buon senso ed il raziocinio. Perché diventa paradossale, no?

Non solo. Più il personaggio è inventato, più inspiegabilmente la sua fanbase è agguerrita. Pensate a Sailor Moon, e alle sue 9.480.000 pagine web. Oppure guardate, a titolo di esempio, questi video amatoriali e indipendenti:

1) Batman Dead End, realizzato con circa 30,000$, stando a Wikipedia.

 

2) Escape from City 17, basato sul videogioco Half-Life.

 

3) O ancora, l’immane The Hunt for Gollum, ispirato alla versione cinematografica de Il Signore degli Anelli.

 

Non è necessario spararseli tutti per capire quanta cura per il dettaglio, quanta dedizione, quanto amore ci sia in questi lavori. In una parola, quanta impressionante nerderie: questi scemi maledetti sono disposti a spendere un sacco di tempo vero e di soldi per riprodurre nel modo più accurato e maniacale possibile delle fantasticherie, delle opere di fiction. E lo fanno meglio degli addetti ai lavori, proprio perché sono dei nerd. Ora, la redazione di Ottocento non ha tempo di occuparsi del significato escatologico della sfiga, di chiedersi perché l’immaginario ha tanta forza sul reale e in che modo la società moderna contribuisca a fare del virtuale l’ancora di salvezza. D’altra parte l’utilizzo di droghe per colmare il senso di vuoto esistenziale è vecchio come il mondo. E in ogni caso chiederselo sarebbe da nerd.

No, abbiamo deciso, in maniera industrialista, di utilizzare l’energia del fanboy per scopi pratici. Esempio:

ROME, Italy (CNN) — Italian Prime Minister Silvio Berlusconi said Monday his country will consider accepting an unspecified number of detainees from the U.S. military detention facility at Guantanamo Bay, Cuba.

In an interview with CNN, Berlusconi said Italy is prepared to help the United States deal with terrorism by allowing Guantanamo detainees to be relocated there.

“If we can do this favor for the American people and the U.S. government, we will certainly do it,” he said.

Asked how many detainees Italy might take, he said it was too soon to say.

“We feel that we should do everything possible to support the United States, and we can’t expect them to fight for all of us single-handedly,” Berlusconi said. “Terrorism is a phenomenon that affects us all.”

Come da tradizione, non commentiamo le parole del Presidente del Consiglio dei Ministri. Tuttavia, riteniamo che il nobile proposito, dovesse trovare attuazione, verrebbe compromesso dalla solita inefficienza “all’italiana”, e che i malfattori (“evil doers”) finirebbero ineluttabilmente a piede libero dopo giorni quattro. Così abbiamo pensato che se proprio vogliamo aiutare i Fratelli Americani, il modo migliore per farlo è usare L’Eterna Forza della Disperazione Passione da Nerd(TM). Faremo in modo, pertanto, che la prigione che ospiterà i Guantanameros sia ideata, progettata e disegnata su un forum qualsiasi di Prison Break. E che il trasferimento in aereo sia organizzato da Samuel L. Jackson. Motherfuckers.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: